La legge e le cicche di sigarette

L’inquinamento da cicche di sigarette costituisce un vero problema

e il governo si è deciso a intervenire, ora sta ai Comuni far rispettare questa legge,

ed attuare campagne di informazione per “sensibilizzare i consumatori

sulle conseguenze nocive per l’ambiente derivanti dall’abbandono dei mozziconi”.

Con la legge 221 del 28 dicembre 2015, in vigore dal 2 febbraio 2016,

sono previste multe fino a 300 Euro per chi getta le cicche di sigarette per terra.Si chiamano “misure di civiltà”

Servono a tutelare l’ambiente ma anche gli spazi comuni

e servono a disincentivare comportamenti incivili:

ovvero, buttare a terra mozziconi di sigaretta, gomme da masticare, scontrini, fazzoletti di carta, piccoli rifiuti…

I soldi ricavati per metà resteranno ai Comuni,

per l’altra metà dovranno entrare a far parte di un fondo speciale

che servirà per finanziare campagne di sensibilizzazione

e l’installazione di appositi raccoglitori e cestini, come prevede L’articolo 40 .

La soluzione migliore per evitare multe e stare meglio fisicamente

sarebbe ovviamente quella di smettere di fumare ma,

se proprio non si riesce,

il minimo è comportarsi da persone civili

e non abbandonare i mozziconi di sigaretta per terra