Chewing gum!Tempi di smaltimento

La legge 221 del 28 dicembre 2015 è stata emanata
al fine di preservare il decoro urbano dei centri abitati

e per limitare gli impatti negativi derivanti dalla dispersione incontrollata nell’ambiente

di rifiuti di piccolissime dimensioni come i

chewing gum

 

o, se si preferisce, la gomma da masticare; un prodotto solo apparentemente privo di conseguenze

per quanto concerne l’impatto ambientale.

Solo parzialmente biodegradabile, e per di più in tempi biblici:
non meno di cinque anni!
Oltre al danno per l’ambiente, le conseguenze sul piano economico sono veramente pesanti:
basti pensare che per la rimozione di una gomma gettata a terra si spende un euro, ossia, per quanto riguarda l’Italia,
23 miliardi di euro all’anno
(per fornire un parametro di riferimento, teniamo presente che per la ricostruzione dell’Aquila

dopo il sisma ne sono stati stanziati otto).

In Gran Bretagna se la passano ancor peggio:
l’amministrazione comunale londinese arrivò a spendere nel 2006 più di 100.000 sterline

(circa 150.000 euro) per rimuovere le gomme dalla pavimentazione stradale.

In tempi di crisi, questi dati fanno, se possibile, ancor più rabbrividire.